Pulire la bicicletta

0

Di tanto in tanto o dopo le uscite in campagna è proprio necessario lavare la bicicletta, più se ne ha cura e più ci durerà nel tempo. Ma mentre per l’auto si va dal lavaggio automatico e con una idropulitrice si fa presto, per la bici ci vuole un po’ più di tempo e di pazienza.

Bisogna armarsi di :

  • Secchio con acqua
  • Strofinacci
  • Detergente
  • Spazzola non abrasiva oppure spugna
  • Lubrificante con grasso o con olio
  • Tanto amore per la propria bicicletta

Laviamo prima il telaio e la parti esterne, con la nostra spugna imbevuta di acqua e detersivo e con lo sgrassatore. E’ sempre meglio diluire sia il detersivo che lo sgrassatore perché alcuni prodotti sono molto aggressivi e col tempo potrebbero rovinare le superfici, tipo le etichette e le scritte poste su telaio.
L’acqua calda aiuta a togliere polvere e sporco, ammorbidisce il fango. Se invece il fango è tenace, allora è consigliabile effettuare un primo passaggio con la spazzola non abrasiva, lasciare ammorbidire e poi rimuovere il fango con la spazzola stessa. Risciacquare e magari asciugare con uno straccio.

Si passa poi a sgrassare la catena, i pignoni e le corone con un pennello e una spazzola. Un po’ complicato è pulire il pacco pignoni. Sarebbe utile il treppiede che consente di agganciare la bici che rimane sospesa, le ruote possono girare liberamente e si possono effettuare le operazioni di pulizia facendo girare per esempio gli ingranaggi del cambio. A questo punto si spazzolano e sciacquano le ruote dentate ed il bilanciere, lo stesso si fa per il gruppo corone dentate presente sulla ruota, sarebbe opportuno sganciare la ruota posteriore, ma è possibile pulire le corone anche senza sganciare la ruota, magari con un filo di nylon utilizzandolo tipo filo interdentale.

Dopo la pulizia di questi componenti si procede alla loro lubrificazione, molto importante per la protezione dall’umidità evitando la formazione della ruggine. Attenti però a non esagerare con il prodotto altrimenti alle prime pedalate potrebbe schizzare ovunque.

Per i freni è mportantissimo non usare lubrificanti nei pattini dei freni o nel freno a disco.
Per i freni a pattino bisogna si sgancia il filo del freno, si procede al lavaggio del il cerchio della bici e del pattino del freno con acqua calda e pulita e con la spazzola. E’ importantissimo verificare che non vi siano residui depositati sul pattino, sono piccole impurità o sassolini che si annidano tra le scanalature del pattino freno. Questi possono causare rumore, provocare strofinamento sul cerchio e se non rimossi causare logorio e rottura.

Per il freno a disco è opportuno sganciare e rimuovere la ruota, lavare il disco del freno con acqua e detergente ed asciugarlo con un panno di carta, tipo rotolone.

La pulizia della catena, infine, non  è un’operazione semplicissima.
Con la spazzola bisogna strofinare tutte le maglie e gli anelli. Poi con uno straccio pulito si effettua la rimozione di eccessi di sporco ed unto. Per fare più presto è meglio usare un pulisci catena, molto utile, poco costoso. E’ uno strumento che pulisce efficacemente e consente di risparmiare tempo. Dopo la pulizia si passa alla lubrificazione anche della catena.

Fatto ciò non ci resta che ammirare la nostra bici bella, pulita e pronta per il prossimo viaggio.

Share.

About Author

Leave A Reply